fbpx
Shopping Cart

SERVIZIO CLIENTI:
dal lunedì al venerdì 9:00-13:00 / 14:30-18:30
Whatsapp 0763 63 01 32

Trasposto gratis da 65 euro Trasporto gratis da 65€

Calcare nelle tubazioni, nel bagno e nella cassetta del WC: come risolvere?

Quali problemi può creare il calcare? Come risolvere? Di seguito una serie di info: 

  • Come risolvere il problema del calcare nelle tubature
  • Abbattere il calcare con gli addolcitori
  • Eliminare il calcare con filtri di polifosfati
  • I rimedi naturali per eliminare il calcare

Il calcare è un problema che colpisce molte abitazioni. Presente in certe quantità, infatti, il calcare può causare problemi di incrostazioni e malfunzionamenti degli elettrodomestici.

Il calcare è composto principalmente da un minerale, la calcite; il calcare può essere presente nell’acqua rendendola dura o, in alcuni casi, molto dura.

La durezza viene espressa, in genere, in gradi francesi e si tende a classificare un’acqua dura quella la cui concentrazione di calcare supera i 18°f, molto dura da 30°f in poi.

La presenza del calcare ha notevoli conseguenze. Il calcare nelle tubazioni, infatti, è una delle principali cause di ostruzioni. Se presente in grandi quantità è in grado di formare una spessa parete interna di calcare nelle tubature difficile da eliminare.

Il calcare presente nell’acqua può diventare un grosso problema anche per la rubinetteria e per il bagno in generale.

Quante volte ci siamo lamentati, ad esempio, del calcare presente nella cassetta del WC?

Il calcare nel WC, infatti, giorno dopo giorno, forma una patina di incrostazione che ostruisce il passaggio dell’acqua impedendo il corretto caricamento della cassetta. Inoltre, il calcare incrosta le pareti della cassetta e la batteria interna fino alla corrosione dei componenti.

La presenza del calcare, inoltre, è evidente sul fondo del nostro WC. Infatti, spesso, ci rendiamo conto di una patina gialla difficile da eliminare.

Come risolvere il problema del calcare nelle tubature e nel WC

Il calcare presente nelle tubature può essere un serio problema. Per abbattere la durezza ed impedire che il calcare possa incrostare le tubature e le cassette WC esistono dei sistemi efficaci da installare a monte di un impianto o al punto d’uso.

Dall’addolcitore ai filtri con polifosfati, ci sono diverse soluzioni in base alle necessità e alla destinazione di utilizzo. 

Come eliminare il calcare dalle tubazioni, dallo scarico del lavandino o del WC, quindi, e come prevenirlo? In caso di incrostazioni esistono dei pratici rimedi naturali per riportare la porcellana allo splendore iniziale, e per pulire le tubature in modo ottimale. 

Vediamoli tutti.

Gli addolcitori. Sistema completo di abbattimento del calcare

Gli addolcitori sono sistemi dotati di una particolare resina in grado di trattenere le particelle di calcare rilasciando nell’impianto acqua priva di calcare o con una concentrazione molto bassa, fino a 10°f.

L’addolcitore, cabinato o doppio corpo, è dotato, dunque, di un serbatoio al cui interno vengono aggiunte le resine necessarie ad abbattere la durezza. Ogni sistema di addolcimento ha necessità di un serbatoio ulteriore dedicato alla salamoia, necessaria per la pulizia delle resine e per la loro rigenerazione.

L’addolcitore è l’unico sistema in grado di impedire l’incrostazione di calcare nelle tubature di casa, oltre ad essere l’unico sistema in grado di abbattere il calcare a monte dell’impianto garantendo acqua addolcita in tutta casa. Approfondisci qui l’argomento, e impara anche come installare un addolcitore facilmente, per le tue necessità di casa.

Filtri con polifosfati. Efficace soluzione per caldaia ed elettrodomestici

I filtri con polifosfati sono efficaci soprattutto per proteggere le tubazioni, gli impianti come caldaie e gli elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie.

Montati, infatti, sotto una caldaia o all’ingresso dell’acqua, i polifosfati sono in grado di impedire al calcare di depositarsi lungo le pareti e di incrostare resistenze e scambiatori.

Il filtro con polifosfati può essere un efficace sistema per impedire che le tubature del nostro bagno possano incrostarsi e che il soffione della doccia possa ostruirsi. Installato sotto la caldaia, infatti, protegge le pareti delle tubature oltre a garantire un corretto funzionamento della caldaia stessa.

I rimedi naturali per eliminare il calcare dal WC

Abbiamo detto che il calcare è un problema per le cassette del nostro WC. In caso ci trovassimo in presenza di una incrostazione della cassetta per prima cosa è necessario pulire i passaggi dell’acqua e pulire accuratamente tutte le parti che rimangono a contatto con l’acqua. Per questo possiamo affidarci ad una miscela di acqua, aceto di vino e bicarbonato. Una volta ottenuta una pasta omogenea possiamo utilizzarla sulle superfici incrostate e lasciarla agire per qualche minuto prima di risciacquare.

Anche il WC può evidenziare segni di calcare al suo interno. La patina gialla, infatti, può essere rimossa sempre grazie all’impasto ottenuto dall’acqua, bicarbonato e aceto di vino.

Qualunque sia la soluzione scelta è molto importante effettuare una manutenzione costante per evitare che il calcare presente nell’acqua possa creare incrostazioni e malfunzionamenti.

Iscriviti alla Newsletter
metodi pagamento
Box Corrieri