fbpx
Shopping Cart

SERVIZIO CLIENTI:
dal lunedì al venerdì 9:00-13:00 / 14:30-18:30
Whatsapp 0763 63 01 32

Trasposto gratis da 65 euro Trasporto gratis da 65€

Il filtro in linea a sedimento abbatte la sedimentazione presente nell'acqua come sabbia, ruggine e materiale in sospensione

Filtri in linea per acqua potabile: approfondiamo i filtri a sedimento.

Bere l’acqua del rubinetto è facile, aiuta l’ambiente ed è economico.

Lo abbiamo detto tante volte. Ma come facciamo se abbiamo delle tubature vecchie o ci sono continue manutenzioni nelle condutture principali?

Uno dei problemi più comuni nell’acqua che arriva nei nostri rubinetti è la presenza della sedimentazione. Sabbiolina, sassolini, ruggine o materiale in sospensione sono sempre in agguato pronti ad intasare i rompigetto dei nostri rubinetti.

E se volessimo evitare di bere questi sedimenti o se volessimo evitare di trovare della sabbia nella pentola per la pasta?

Esistono dei sistemi da sotto lavello che consentono di microfiltrare l’acqua rendendola più sicura e buona da bere, evitando tutta la sedimentazione di cui abbiamo parlato prima. 

I filtri in linea a sedimenti. Cosa sono e come funzionano.

Il filtro a sedimento è un particolare sistema di filtrazione spesso usato negli impianti per il trattamento acqua. Si tratta di filtri in linea, cioè filtri che si installano con attacchi ad innesto rapido direttamente lungo la linea dell’acqua e si trovano principalmente all’interno dei macchinari ad osmosi inversa o per la microfiltrazione dell’acqua. 

I filtri in linea a sedimento hanno la funzione principale di trattenere le impurità presenti nell’acqua come sabbia, ruggine  materiale in sospensione. La loro costituzione è data dalla presenza di una parete filtrante i cui pori vengono definiti in base ai micron. Un filtro a sedimento con grado di filtrazione da 5 micron, ad esempio, sarà in grado di trattenere tutti i sedimenti fino a 5 micron i quali rimarranno “intrappolati” nella parete filtrante.

Questo genere di filtri non altera le caratteristiche organolettiche dell’acqua né elimina gli agenti inquinanti per i quali si rende necessario l’adozione di un filtro specifico sulla base delle singole necessità.

Tuttavia, possiamo vedere il filtro a sedimenti come colui che fa il “lavoro sporco”. Infatti, senza un filtro a sedimenti tutti gli altri filtri montati in successione e, nel caso delle osmosi inverse, tutte le membrane verrebbero irrimediabilmente compromesse dalla presenza di impurità.

Insomma, i filtri in linea sedimento sono molto importanti per migliorare l’acqua che poi viene ulteriormente affinata da un filtro a carbone attivo o dalle membrane osmotiche.

Esistono, inoltre, dei filtri in linea a sedimento anticalcare. Si tratta di particolari filtri che, oltre a trattenere le impurità, hanno una particolare concentrazione di polifosfati che agiscono direttamente sulla durezza dell’acqua e che impediscono al calcare di depositarsi  lungo le pareti dei tubi. Questo genere di filtri è particolarmente indicato a monte di impianti che necessitano di un abbattimento selettivo del calcare prima del punto d’uso.

Filtro in linea a sedimento per l'abbattimento della ruggine, sabbia e materiale in sospensione

 

I filtri in linea a sedimenti. I campi d’impiego e manutenzione

I filtri in linea a sedimento sono, dunque, un particolare sistema di filtraggio che si installa lungo la linea dell’acqua che viene trattata prima di arrivare al punto d’uso. Ma in quali casi viene installato?

Di seguito vediamo quali sono i sistemi che prevedono l’installazione di un filtro a sedimenti:

  • Impianti ad osmosi inversa
  • Sistemi di microfiltrazione ad uso domestico o industriale 
  • Distributori di acqua e ghiaccio nei frigoriferi
  • Acquari

I filtri in linea a sedimento, come tutti i filtri in linea, hanno un’autonomia espressa in litri erogati. Ad ogni modo, i filtri in linea devono essere sostituiti in tutti gli impianti entro e non oltre i 6 mesi dalla data di installazione.

La scelta del filtro in linea adatto dipende principalmente dal tipo di impianto di cui si necessita il ricambio. In genere i filtri in linea a sedimento hanno un grado di filtrazione che va dai 5 micron ai  10 micron e si differenziano in base al tipo di attacco, con filetto femmina o con innesto rapido, oppure in base alla dimensione.

Proprio la dimensione die filtri in linea può essere un fattore importante per valutare il ricambio adatto.

La scelta principale è tra due varianti:

  • 2” x 10”
  • 2,5” x 12”

Quando vi trovate davanti a questi numeri avete davanti a voi le dimensioni del vostro filtro.

Infatti, un filtro 2”x10” è un ricambio che ha un diametro di 2” (5,08 cm) e una lunghezza di 10” (25,4 cm).

Un filtro in linea a sedimento 2,5” x 12” ha un diametro di 2,5” (6,35 cm) e una lunghezza di 12” (30,48 cm).

I filtri in linea a sedimento sono un importante aiuto per abbattere la sedimentazione presente nell’acqua e per migliorarne la qualità al punto d’uso.

Iscriviti alla Newsletter
metodi pagamento
Box Corrieri