fbpx
Shopping Cart

SERVIZIO CLIENTI:
dal lunedì al venerdì 9:00-13:00 / 14:30-18:30
Whatsapp 0763 63 01 32

Trasposto gratis da 65 euro Trasporto gratis da 65€

Patina su lavatrice, vetro della doccia, ferro da stiro, macchinetta del caffe? Cos’è e come risolvere.

Trovate spesso una patina bianca sulla piastra del ferro da stiro, nel cestello della lavatrice, nella parte inferiore della moka? Capita: è il calcare.

Ecco qualche idea su:

  • Come rimuovere il calcare dalla doccia;
  • Capire se c’è calcare nella lavatrice ed eliminarlo;
  • Come combattere la patina calcarea nei ferri da stiro;
  • Come rimuovere il calcare dalla moka;

Il calcare è probabilmente uno dei problemi più comuni nelle case di tutti gli italiani. Esistente nell’acqua che arriva nelle nostre abitazioni, il calcare, se presente con una concentrazione importante, può causare notevoli disagi e rotture soprattutto negli elettrodomestici e nelle caldaie. 

Si definisce un’acqua “dura” quella la cui concentrazione di calcare è superiore ai 18°f (gradi francesi).

In genere, il calcare si manifesta sotto forma di incrostazioni e patine difficili da pulire. Pensate, ad esempio, alle incrostazioni di calcare nel vetro della doccia, un fenomeno comune nelle nostre case. L’acqua che rimane sulle pareti della doccia, asciugandosi, lascia una patina di calcare sul vetro che, se non trattato in tempo, diventa decisamente difficile da pulire – ed estremamente antiestetico.

Non solo il vetro della doccia; il calcare è il principale problema per i soffioni della doccia stessa: quante volte, sotto la doccia, ci siamo trovati con un soffione da cui usciva poca acqua o con un getto d’acqua poco direzionabile? 

Questo fenomeno è causato dal calcare presente nel soffione della doccia che, con il normale utilizzo tende ad ostruire il passaggio dell’acqua riducendone la portata o modificandone il corretto funzionamento.

Come rimuovere il calcare dalla doccia?

Il calcare, come abbiamo detto, se non trattato correttamente, tende a creare una patina e ad incrostare soffioni e pareti della doccia. Come si elimina, dunque, il calcare ostinato presente nel vetro della doccia e nei soffioni?

Esistono in commercio diversi prodotti per il trattamento e la pulizia della doccia che sono specializzati nell’eliminare le patine di calcare. Ci sono, tuttavia, dei piccoli accorgimenti che ci possono aiutare nella pulizia; per prima cosa dovremmo avere l’accortezza di asciugare le pareti della doccia e il vetro una volta utilizzata. Questo perché se si lascia asciugare l’acqua naturalmente questa lascerà sempre la fastidiosissima patina.

Se dobbiamo correre ai ripari, per eliminarla dal vetro e dalle pareti della nostra doccia possiamo usare un metodo assolutamente naturale a base di aceto bicarbonato e limone.

Combinando, infatti, tre cucchiai di bicarbonato, uno di aceto, uno d’acqua e una spruzzata di limone si ottiene una pasta che se lasciata agire sulle pareti della doccia consente di eliminare le incrostazioni di calcare donando alla doccia un aspetto totalmente rinnovato.

Il calcare nella lavatrice. Come capire se è presente e come eliminarlo

Nemmeno le lavatrici sono risparmiate dall’azione del calcare. Le lavatrici lavorano, infatti, a temperature che possono andare dai 30°C in su. Infatti, il calcare presente in un’acqua dura, all’aumentare della temperatura del liquido, tende a precipitare depositandosi sulle pareti dando forma a quella patina bianca, o incrostazione, che, alla lunga, impedisce il corretto funzionamento dell’elettrodomestico.

Ma come capiamo se c’è calcare nella lavatrice? Prima di tutto la prima cosa è capire se la lavatrice lavora correttamente. Questo implica che la lavatrice svolga correttamente tutti i cicli del lavaggio senza interruzioni o pause. Successivamente, la presenza del calcare nella lavatrice è individuabile grazie al bucato che laviamo quotidianamente

Il calcare è la causa principale dell’opacizzazione dei capi e del loro “invecchiamento precoce”. Il calcare, infatti, tende a indurire i tessuti depositandosi fra le trame, rendendo la nostra t-shirt preferita vecchia e sbiadita.

Il calcare, inoltre, può causare un notevole aumento dei consumi della nostra lavatrice con un conseguente aumento delle bollette.

 Come pulire la lavatrice dal calcare?

Come abbiamo visto, il calcare presente nella lavatrice può causare numerosi problemi. Tuttavia, esistono diverse soluzioni in grado di salvaguardare la lavatrice e proteggerla dal calcare.

La prima è data dall’utilizzo di prodotti anticalcare specifici per lavatrice. Ma se vogliamo utilizzare metodi più naturali possiamo affidarci ad un cucchiaio di bicarbonato da aggiungere al detersivo per lavatrice per impedire che si formino grandi incrostazioni i nel nostro elettrodomestico.

Altra possibilità è quella di installare all’ingresso dell’acqua nella lavatrice un filtro con polifosfati che impedisca al calcare di depositarsi lungo le pareti con un notevole risparmio sia dei consumi che della manutenzione.

Calcare nel ferro da stiro. Come combatterlo

Quante volte ci siamo accorti di macchie di calcare nel nostro ferro da stiro oppure ci siamo lamentati perché dalla caldaia del ferro da stiro non usciva il vapore? Anche in questo caso siamo davanti ad un problema causato dalla presenza del calcare. Come per la lavatrice, anche questa volta il calcare presente nell’acqua, all’aumentare della temperatura, tende a depositarsi incrostando i fori del ferro da stiro e la stessa caldaia dove andiamo ad aggiungere l’acqua prima dell’utilizzo. Con il normale utilizzo, i ferri da stiro sono messi a dura prova con il calcare che tende a depositarsi formando una patina bianca che incrosta fino a otturare completamente i fori del vapore.

Come rimuovere il calcare interno dal ferro da stiro?

Pulire il ferro da stiro diventa una necessità importante per allungare la vita dello strumento e migliorarne l’efficienza.

La soluzione migliore per non avere problemi di calcare è certamente quello di utilizzare acqua demineralizzata. In questo modo si eviterebbero incrostazioni e malfunzionamenti. Ma, spesso, capita di non avere a disposizione acqua osmotizzata o demineralizzata. In caso di incrostazioni del ferro da stiro, quindi, possiamo sempre fare affidamento ad un impasto naturale composto da acqua e bicarbonato che, passato sulla superficie della piastra aiuta la pulizia dei fori impedendo che si ostruiscano completamente. Ma come possiamo disincrostare il ferro a vapore, se non dotato di un sistema automatico anticalcare? 

È possibile utilizzare una miscela di acqua e aceto bianco nelle stesse quantità. Aggiunto il composto nella caldaia e attivato alla massima temperatura possiamo sciogliere il calcare dalle pareti interne del ferro da stiro facendo fuoriuscire il vapore fino al completo svuotamento della caldaia.

Il calcare nelle macchine del caffè

Abbiamo visto come tutti i sistemi che hanno una caldaia interna o utilizzano acqua calda per il normale utilizzo sono soggetti alle incrostazioni di calcare.

Anche le macchine del caffè sono soggette alle incrostazioni di calcare. Proprio come gli altri elettrodomestici, infatti, il calcare può ostruire il passaggio dell’acqua fino ad un inevitabile problema di erogazione.

Proprio per questo esistono dei sistemi in grado di impedire che il calcare possa arrecare danni alle macchinette del caffè. Nel caso di uso domestico è possibile affidarsi a sistemi naturali come, anche in questo caso, l’utilizzo di una miscela di acqua e aceto di vino da aggiungere al serbatoio della nostra macchinetta per poi, successivamente, falla uscire dall’erogatore di caffè.

 Nel caso di macchinette del caffè ad uso professionale ci si affida spesso a piccoli addolcitori sotto banco o a filtri in grado di abbattere la durezza totale al punto d’uso. Questi strumenti garantiscono, in questo modo, un apporto di acqua con un basso livello di calcare impedendo la sedimentazione del calcare e garantendo sempre un espresso buono da bere.

Se hai necessità, scopri al link di seguito come eliminare la patina bianca calcarea dalla lavastoviglie.

Altrimenti dai pure un’occhiata al link di seguito in cui ti consigliamo come scegliere un addolcitore di acqua domestico.

In alternativa, se avete ancora qualche nodo da sciogliere, toglietevi I dubbi qui: filtro anticalcare o addolcitore?

Iscriviti alla Newsletter
metodi pagamento
Box Corrieri